Il Design Lab San Patrignano si mette in mostra alla Milano Design Week

San Patrignano protagonista alla Milano Design Week. I laboratori di artigianato di San Patrignano avranno non poche occasioni per mettersi in mostra questi giorni durante la settimana del Salone del Mobile.

Il Design Lab San Patrignano si mette in mostra alla Milano Design Week

falegnameria 6 giugno 2022

Da oggi il San Patrignano Design Lab partecipa al progetto RO Guiltless Plastic, ideato da Rossana Orlandi,  con una serie di panchine nell’ambito della riqualificazione del  Giardino Bandello che lambisce le mura di San Vittore. La comunità  prende parte infatti ad un progetto rivolto alla città a cui hanno  aderito i più importanti designer italiani e stranieri. Forte Forte, Galletto, Spina sono le tre panchine realizzate dai ragazzi del laboratorio di  Ebanisteria, rinnovato grazie al sostegno di SCM Group, frutto di mesi  di lavoro, dal concept al disegno, dalla scelta dei materiali di scarto  alle accurate fasi di realizzazione e finitura. Ispirati al tema  dell’upcycling, i tre arredi interpretano ciascuno in maniera diversa la  sostenibilità ambientale, rivelando un’estetica sorprendente, resa  iconica dalla manualità artigianale.

Da domani 7 giugno invece la Fondazione Cologni ospiterà a Palazzo Litta, in corso Magenta 24, all’interno di Doppia Firma,  un magnifico paravento realizzato dai ragazzi del San Patrignano Design  Lab su disegno autentico di Renzo Mongiardino. Il paravento è stato  realizzato a partire dalle tessere originali risalenti ai primi anni  Novanta, conservate nell’archivio del laboratorio di Decorazioni di San  Patrignano, dove i ragazzi e le ragazze della Comunità ebbero la  possibilità di nutrire una lunga collaborazione con l’architetto da cui  nacquero tessuti, carte da parati, arredi e oggetti.

L’8 giugno invece San Patrignano racconterà il suo progetto “Barrique la terza vita del legno” all’interno dello spazio di Riva 1920 al Salone del Mobile in fiera Hall 15 Stand E19 F18. Giuseppe Lusvardi, responsabile  dell’ebanisteria di San Patrignano, ripercorrerà le tappe del progetto  di recupero delle barrique utilizzate dalla cantina della comunità. Un  progetto nato nel 2012 proprio grazie a Riva 1920 che mise in contatto  San Patrignano con tantissimi designer che le donarono i progetti di  oggetti d’arredo poi trasformati in realtà dai ragazzi stessi della  comunità. Oggi il progetto riprende vita proprio grazie a Riva 1920 che  per ogni pezzo d’arredo venduto devolverà una fee a sostegno della  mission di San Patrignano.

“Sono tutti appuntamenti davvero importanti per i nostri ragazzi e le  nostre ragazze – spiega Sandro Pieri, responsabile del Design Lab San  Patrignano – Portare a Milano degli oggetti di arredo realizzati e in  alcuni casi persino ideati da loro è un grande riconoscimento al loro  impegno, una vera e propria vittoria. Per molti dei nostri ragazzi è una  soddisfazione unica vedere apprezzato e riconosciuto quanto fatto in  questi mesi ed una ulteriore spinta a continuare sulla strada  intrapresa. Un ringraziamento speciale a tutti i designer e imprenditori  che ci sono stati al fianco per questi progetti”.

Scopri i settori agroalimentari di San Patrignano
Food & Wine

La ricerca della sostenibilità riguarda anche il mondo del vino, dei prodotti da forno, dei formaggi, dei salumi, tutti frutto dell’impegno a lavorare con una filiera corta e controllata. 

Scopri i valori e l’impegno dei ragazzi della comunità in due settori chiave del Made in Italy. Passione, cultura, formazione trasformano ingredienti di alta qualità in prodotti artigianali di eccellenza.

Scopri il settore Wine

Da 40 anni San Patrignano accoglie e recupera gratuitamente ragazzi con problemi di dipendenza

Ridare speranza a persone emarginate accogliendole nella nostra grande famiglia ha un costo molto elevato. Con le nostre attività di produzione e servizi siamo in grado di far fronte soltanto al 50% delle nostre necessità.

Sostenere la Comunità San Patrignano significa metterci il cuore e partecipare a un grande progetto di vita.

Dona ora